Recettori artificiali, materiali multifunzionali e polimeri supramolecolari di tipo Host-Guest.

La chimica host-guest si presta a promettenti applicazioni tecnologiche in vari ambiti, fra i quali la scienza delle separazioni, lo sviluppo di sensori, il drug delivery e la catalisi. La conoscenza dettagliata delle forze non covalenti che si instaurano fra l’host ed il guest è necessaria per il design di recettori altamente specifici e selettivi nei confronti della molecola target. A tale scopo, aggregati supramolecolari ottenuti tramite self-assembly di semplici building blocks, sono prodotti e caratterizzati in fase solida cristallina mediante tecniche di diffrazione a raggi-x.

Attualmente sono attive le seguenti argomenti di ricerca:

-          self-assembly di calixareni in capsule dimeriche

-          riconoscimento enatioselettivo di guest chirali da parte di cavitandi.

-          sviluppo di recettori artificiali per molecole biologicamente attive (α-amminoacidi e proteine).

-     sviluppo di polimeri supramolecolari.

 

  

Host–Guest Driven Self-Assembly of Linear and Star Supramolecular Polymers

Angew. Chem. Int. Ed. 2008, 47, 4504

Nanoporous Crystals of Calixarene/Porphyrin Supramolecular Complex Functionalized by Diffusion and Coordination of Metal Ions

JACS 2009, 131, 2487

 

 

Highly Selective Chemical Vapor Sensing by Molecular Recognition: Specific Detection of C1–C4 Alcohols with a Fluorescent Phosphonate Cavitand

Angew. Chem. Int. Ed. 2011, 50, 4654

Gruppo di ricerca

Gruppo Chimica host-guest
Ultimo aggiornamento: 19-09-2018 - 19:50