La progettazione, la sintesi e l'attività antimicobatterica di nuove molecole

Le attuali conoscenze sulla biochimica cellulare dei micobatteri e, quindi, sui nuovi potenziali target cellulari nella terapia antitubercolare, hanno spinto la ricerca a fare passi concreti nello sviluppo di nuovi composti con attività antimicobatterica promettente.

Uno di questi target, che è stato da poco individuato, riguarda la biosintesi del menachinone (o vitamina K2) la cui biosintesi risulta assente nell'essere umano, quindi potenziale target selettivo per molecole antitubercolari; il menachinone è coinvolto nella catena di trasporto degli elettroni in molti patogeni, incluso Mycobacterium tuberculosis. Tra i vari enzimi coinvolti in questa pathway, il MenB risulta quello più¹ interessante; esso catalizza la reazione di condensazione di Claisen intramolecolare portando alla formazione di DHNA-CoA a partire da o-succinilbenzoato-CoA (OSB-CoA). L'inibizione di questo enzima porta all'arresto della biosintesi della vitamina K2, essenziale per il micobatterio.Il nostro gruppo di ricerca si occupa della sintesi di nuove molecole come inibitori del  MenB, con particolare attenzione a scaffold di tipo benzoossazinico.  

 

Principali pubblicazioni pertinenti:

1. D. Zampieri, M.G. Mamolo, L. Vio, E. Banfi, G. Scialino, M. Fermeglia, M. Ferrone, S. Pricl, "Synthesis, antifungal and antimycobacterial activities of new bis-imidazole derivatives, and prediction of their binding to P45014DM by molecular docking and MM/PBSA method." Bioorg. Med. Chem., 15 (2007), 7444-7458.

2. D. Zampieri, M.G. Mamolo, E. Laurini, G. Scialino, E. Banfi, L. Vio, M. Fermeglia, M. Ferrone, S. Pricl, "Antifungal and antimycobacterial activity of 1-(3,5-diaryl-4,5-dihydro-1H-pyrazol-4-yl)-1H-imidazole derivatives." Bioorg. Med. Chem., 16 (2008), 4516-4522.

3. D. Zampieri, M.G. Mamolo, E. Laurini, M. Fermeglia, P. Posocco, S. Pricl, E. Banfi, G. Scialino, L. Vio, "Antimycobacterial activity of new 3,5-disubstituted-1,3,4-oxadiazol-2(3H)-one derivatives. Molecular modeling investigation." Bioorg. Med. Chem., 17 (2009), 4693-4707.

4. D. Zampieri, M.G. Mamolo, E. Laurini, G. Scialino, E. Banfi, L. Vio, "2-Aryl-3-(1H-azol-1-yl)-1H-indole derivatives: a new class of antimycobacterial compounds. Conventional heating in comparison with MW-assisted synthesis. "Arch. Pharm Chem. Life Sc., 342 (2009) 716-722.

5. D. Zampieri, M.G. Mamolo, L. Vio, M. Romano, N. Skoko, M. Baralle, V. Pau, A. De Logu, “Antimycobacterial activity of new N1-[1-[1-aryl-3-[4-(1H-imidazol-1-yl)phenyl]-3-oxo]propyl]-pyridine-2-carboxamidrazone derivatives.” Bioorg. Med. Chem. Lett., 26 (2016) 3287-3290.

 

 

Ultimo aggiornamento: 15-08-2018 - 19:50