Progettazione e sintesi di antagonisti dei recettori adenosinici

I recettori adenosinici (AR) appartengono alla famiglia dei recettori accoppiati a proteine G (GPCR). Sono suddivisi in quattro sottotipi: A1, A2A, A2B e A3. Tali recettori possiedono una diversa distribuzione nell'organismo e sono implicati in diversi processi fisiopatologici. In particolare, antagonisti verso A1AR si dimostrano promettenti nel trattamento dei disordini cognitivi. A2A antagonisti sembrano avere un ruolo nella riduzione del danno neurologico nella malattia di Parkinson. Per gli A2B antagonisti c’è una potenziale attività terapeutica nell’asma e nel diabete. Infine, antagonisti verso A3AR possono avere implicazioni nell'inibizione della crescita tumorale e nel trattamento del glaucoma. L’acquisizione della struttura cristallografica del recettore umano A2A ha permesso, mediante l’ausilio di tecniche computazionali, di progettare nuovi antagonisti per gli AR. Il nostro gruppo di ricerca si occupa della sintesi di nuovi antagonisti per i recettori adenosinici (in particolare verso A2A ed A3) sia per eventuali scopi terapeutici che come strumenti di investigazione farmacologica dei recettori.

Gruppo di ricerca

Gruppo Prof. Spalluto
Ultimo aggiornamento: 18-12-2018 - 19:50